Giovanni Zonno

Nato nel 1969 a Torino, ha intrapreso gli studi musicali all’età di sei anni sotto la guida paterna, proseguendoli presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari e diplomandosi con il massimo dei voti e la lode in violino e in viola. Successivamente si è perfezionato  con maestri di chiara fama quali Belkin, Ricci, Carmignola, Marin, Gulli, Carmirelli, Sirbu e Rossi, presso le più importanti Accademie Musicali (Accademia Chigiana di Siena, Scuola d’Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo), dove ha poi meritato di ricoprire i ruoli di docente o di solista.

Ad Ottobre 2008 ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Discipline Musicali – Violino solistico con 110, lode e plauso accademico, discutendo la tesi “Il Trillo del diavolo di Giuseppe Tartini – Un musicista da riscoprire”.

Scelto dalla prestigiosa Orchestra del Teatro alla Scala di Milano (dove ha lavorato con direttori di fama mondiale quali Riccardo Muti, Myung Whun Chung, Zoltan Pesko…) ha collaborato altresì con l’Orchestra della RAI di Torino, con i Filarmonici di Torino e ha ricoperto il ruolo di spalla in numerose orchestre tra cui: l’Orchestra Sinfonica di Bari (dal 1991 al 2006), i Filarmonici di Torino, ecc.

La sua carriera concertistica lo ha visto protagonista delle più importanti opere violinistiche di Bach, Vivaldi, Tartini, Mozart, Beethoven, Mendelssohn, Bruch, Williams sotto la direzione di maestri quali Walter Proost, Michele Marvulli, Rino Marrone, Daniele Malinverno, Alberto Veronesi, Vito Paternoster, Mark Warjavsky, Boris Brott. Con quest’ultimo ha eseguito in prima esecuzione nazionale il “Petit Concerto” di Gagnon.

È compositore e alcune sue opere, regolarmente eseguite come bis in recital solistici,  (“Racconti del Sottosuolo”) sono state usate come colonne sonore di spettacoli teatrali (“L’Orso” di A. Cechov, “Racconti del Sottosuolo” di Dostoievsky) realizzati dal Centro Universitario Teatrale di Bari, con la regia di Rubini

Vincitore del concorso a cattedra per l’insegnamento del violino nei conservatori, attualmente è docente di violino presso il conservatorio “N. Rota” di Monopoli (Bari) ed è regolarmente invitato a tenere masterclass e corsi di perfezionamento presso importanti istituzioni musicali.

Suona il violino di Nicolas Lupot del 1803 e il violino Mathias Thir del 1777.

INCISIONI DISCOGRAFICHE

 

Titolo CD

Casa Discografica

Anno d’incisione

IX Sinfonia di Dvorak, Ouverture da “La Forza del Destino” di Verdi Orchestra R.Y.I.O.

APM records

1990

Sinfonie di Haydn, Orchestra dell’APM, dir. G. Garbarino

APM records

1991

9 Sinfonie di Beethoven

Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, dir. A. Ceccato

E.R.I.

1992

“La Donna del Lago” di Rossini, Orchestra del teatro La Scala di Milano, dir. R. Muti

(VHS-DVD)

Elle U Multimedia

1992

(DVD 2002)

Concerto per due violini di Bottesini, Orchestra Sinfonica di Alba, dir. P. Paglia

Orion Imperium

1993

“Io sono qui” di Claudio Baglioni, Orchestra APM di Saluzzo, dir. F. Pedretti

Sony

1993

Sergei Rachmaninov : Piano Concerto No. 3, Op. 30 / 2 momenti musicali op.16, P. Iannone piano, dir. Minamoto Yoritomo, Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari

Phoenix

Live recording

1996

Quartetto n.1 Rispetti e strambotti e Quartetto n.3 Cantari alla madrigalesca di Malipiero, Quartetto Ayre

E.R.I. per Radio 3

1999

“Tosca” di G. Puccini, Orchestra Sinfonica della Provincia Di Bari di Bari, dir. P. Morandi (DVD)

Kultur

2002

Concerto per l’Eucarestia

CEI

2009

Encyclopedia of music composed in concentration Camps (1933-1945) in 24CD

KZ MUSIK

/

Tutte le incisioni discografiche dell’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari dal 1997 al 2006 e dal 2010 ad oggi